MOSTRE IN CORSO

Avviso per i possessori di Firenze Card

Si informa che dal 2 Aprile 2019, per accedere al Museo in via prioritaria è necessario prenotare preventivamente l’ingresso, senza costi aggiuntivi, al call center di Firenze Musei (055-294883) o presso gli sportelli dedicati.

Io vado al museo

Il programma per l’anno 2019 delle giornate a ingresso gratuito

I Musei Statali si presentano

Un viaggio nell'Italia dei musei statali autonomi attraverso il racconto dei loro direttori

Prossimo appuntamento lunedì 6 maggio ore 18.30 con Eva Degl'Innocenti, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Un Museo tira l'altro

Galleria dell’Accademia di Firenze e Istituto degli Innocenti insieme per ampliare l’offerta culturale del centro storico

Grazie alla collaborazione con l'Istituto degli Innocenti, la Galleria dell’Accademia dà la possibilità ai suoi visitatori di conoscere il Museo degli Innocenti con biglietto ridotto. L'accordo comprende anche laboratori, attività educative, visite guidate.

I musei statali si presentano: Eva Degl'Innocenti, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto

I MUSEI STATALI SI PRESENTANOUn viaggio nell’Italia dei musei attraverso il racconto dei loro direttoriLunedì 6 maggio ore 18.30: Eva Degl'Innocenti, direttore del Museo Archeologico Nazionale di TarantoContinua il viaggio per l’Italia e i suoi straordinari tesori, offerto dalla Galleria dell’Accademia di Firenze: il prossimo appuntamento è lunedì 6 maggio, alle ore 18.30, con la conferenza di Eva Degl’Innocenti, direttore del MArTA, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto.Il MArTA, tra i più importanti musei archeologici del mondo, è un’eccellenza internazionale per la sua capacità di raccontare attraverso i reperti la storia della città di Taranto e del territorio circostante: unica colonia spartana della Magna Grecia, Taranto accresce la sua potenza nel corso dei secoli sino a dominare il Mediterraneo e ad influenzare la stessa Roma. Dalle più antiche testimonianze della presenza dell’uomo, il percorso espositivo si snoda attraverso l’epoca arcaica, gli splendori della Taranto tardo-classica ed ellenistica, attestati dagli ori e dai ricchi corredi delle necropoli, le fasi successive alla conquista romana e le trasformazioni della città alto-medievale. Con l’Ellenismo, grazie all’elevata quantità di oro e di argento riversata sui mercati mediterranei dall’impresa orientale di Alessandro Magno, nasce a Taranto un artigianato orafo di altissimo livello, celebre nell’Antichità e al giorno d’oggi. Rinvenuti nelle tombe di età ellenistica e romana, gli Ori di Taranto stupiscono ancora oggi per la grande attualità dei motivi decorativi.Il MArTA è un luogo vitale che ha reso evidente la sua vocazione di museo identitario e “diffuso”: affianca, infatti, ogni giorno, all’attività scientifica e di ricerca un’intensa attività di educazione e valorizzazione, destinata alle più diverse tipologie di visitatori, facendo del Museo un luogo inclusivo e aperto verso la comunità, nei confronti della quale si pone non solo come forte riferimento identitario, ma anche come motore di sviluppo. Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto è un’agorà del ventunesimo secolo.Eva Degl’Innocenti è direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto dal primo dicembre 2015. Dottore di ricerca in Archeologia, è stata direttore dello spazio museale archeologico e del territorio Coriosolis e del Servizio dei Beni Culturali dell’ente locale della Comunità dei Comuni Plancoët Plélan in Bretagna (Francia), dove lavorava dal 2010. È stata ricercatrice e project manager di progetto europeo sulle collezioni classiche e medievali presso il Musée National du Moyen Age - Cluny (Parigi). Dal 1999 al 2008 ha svolto attività di ricerca e di studio in campagne di scavo archeologico in Italia e in Tunisia, ha curato studi di materiali archeologici e di collezioni, e progetti scientifici e culturali per la creazione di spazi museali. Autrice di varie pubblicazioni, ha insegnato e tenuto seminari in Università italiane e francesi.

Nuove Acquisizioni 2016-2018

Ideata e curata dal direttore della Galleria Cecilie Hollberg, la mostra Nuove Acquisizioni 2016-2018  sarà visibile dal 22 gennaio al 5 maggio 2019.

Aperture durante le festività pasquali, 25 aprile e 1 maggio

La Galleria dell’Accademia di Firenze comunica che in occasione della SS. Pasqua, domenica 21 aprile del lunedì dell’Angelo, 22 aprile, di mercoledì 25 aprile e 1 maggio il museo sarà regolarmente aperto al pubblico.